La Camera degli Stati Uniti ha approvato un disegno di legge che depenalizza la marijuana a livello federale e la rimuove dall'elenco delle sostanze controllate vietate.

Camera degli Stati Uniti

Ieri venerdì 1 Aprile, la Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato il More Act (Marijuana Opportunity Reinvestment and Expungement), con 220 voti favorevoli e 204 contrari. 

Il disegno di legge, presentato dal democratico Jerrold Nadler, depenalizza la cannabis a livello federale, la rimuove dalla Tabella I delle sostanze illecite ed elimina le condanne passate legate a questa pianta, lasciando però la legalizzazione ai singoli Stati. 

Durante la sua dichiarazione d'apertura, Nadler ha sottolineato che il disegno di legge, se trasformato in legge, invertirebbe decenni di ingiustizie compiute ai danni degli americani, in particolare quelli della comunità di colore. 

"Qualunque siano le opinioni sull'uso della marijuana per uso ricreativo o medicinale, la politica di arresto, persecuzione e incarcerazione a livello federale si è dimostrata poco saggia e ingiusta" ha detto Nadler - "Per troppo tempo abbiamo trattato la marijuana come un problema di giustizia penale, invece che come una questione di scelta personale e di salute pubblica". 

Troy Carter, un democratico della Louisiana, ha detto che il 91% degli americani vuole che qualche forma di cannabis sia legale e che ci sono priorità più importanti su cui i poliziotti dovrebbero concentrarsi. "Le forze dell'ordine non possono permettersi di inseguire i piccoli delinquenti dell'erba quando il crimine violento è in aumento in tutta la nazione" - e continua - "La guerra alla marijuana è una costosa reliquia del passato".

"Sono stato un sostenitore della guerra alla droga - sono qui da molto tempo", ha detto venerdì il leader della maggioranza Steny Hoyer, sottolineando che i neri americani hanno quattro volte più probabilità di essere arrestati per reati legati alla cannabis. "Questo disegno di legge è una questione di giustizia e pari opportunità così che gli americani e l'America possano diventare un'America migliore, più forte, più equa e più giusta".

fumare marijuana

Nonostante la stragrande maggioranza degli americani sia a favore della marijuana legale, alla Camera c'erano molti oppositori. 

Cliff Bentz, un repubblicano dell'Oregon, ha affermato che il More Act è un "disegno di legge cattivo e incompleto". Bentz ha affermato che la legalizzazione è stata un disastro per l'Oregon, spiegando che i cartelli della droga stanno rubando l'acqua e minacciando la gente del posto. 

"Questo disegno di legge aumenterà la domanda di marijuana e aumenterà i cartelli negli Stati Uniti" - "Se hai intenzione di farlo, fallo bene."

In risposta, Nadler ha detto: "Approvi questo disegno di legge e i cartelli non avranno più il monopolio".

Infine, la battaglia più grande per il More Act è al Senato. L'ultima volta che la Camera ha approvato il disegno di legge, il Senato non lo ha votato. Inoltre, ci sono anche progetti di legge in competizione all'interno della Camera.

Il leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer e i senatori Cory Booker e Ron Wyden, stanno pianificando di presentare formalmente il loro tanto atteso disegno di legge federale sulla depenalizzazione, il Cannabis Administration and Opportunity Act.

In ogni caso, il Paese che ha inventato ed esportato la guerra alla droga in tutto il mondo è lo stesso che si sta battendo per radere al suolo il muro del proibizionismo.